Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Controversies in Genitourinary Tumors
Tumore rene
OncoGinecologia

Terapia di combinazione con Topotecan, Paclitaxel e Bevacizumab migliora la sopravvivenza libera da progressione nel carcinoma neuroendocrino a piccole cellule della cervice recidivante


Si è valutato se la combinazione di Topotecan, Paclitaxel e Bevacizumab ( regime TPB ) sia attiva per il cancro della cervice a piccole cellule ( SCCC ) ricorrente.
Inoltre è stata confrontata la sopravvivenza delle pazienti con tumore SCCC che hanno ricevuto il regime TPB con quella di un gruppo di donne con tumore SCCC non sottoposte a questo regime.

Sono state analizzate retrospettivamente le donne con tumore della cervice a piccole cellule ricorrente che hanno ricevuto chemioterapia come terapia primaria. 
Le donne trattate con regime TPB per la prima ricorrenza sono state confrontate con le donne trattate con la chemioterapia non-TPB.

13 pazienti hanno ricevuto il regime TPB, e 21 hanno ricevuto la chemioterapia non-TPB, più comunemente Platino con o senza un taxano. 

La sopravvivenza mediana libera da progressione ( PFS ) è stata di 7.8 mesi per il regime TPB e 4.0 mesi per il regime non-TPB ( hazard ratio, HR 0.21, P=0.001 ).

La sopravvivenza mediana globale ( OS ) è stata di 9.7 mesi per il regime TPB e 9.4 mesi per il regime non-TPB ( HR=0.53, P=0.13 ). 

8 donne ( 62% ) che hanno ricevuto il regime TPB, rispetto a 4 donne ( 19% ) che hanno ricevuto regimi non-TPB, sono state trattate per più di 6 mesi ( P=0.02 ); 4 pazienti ( 31% ) nel gruppo TPB rispetto a 2 ( 10% ) nel gruppo non-TPB sono state trattate per più di 12 mesi ( P=0.17 ).

Nel gruppo TPB, 3 pazienti ( 23% ) hanno presentato una risposta completa, 2 ( 15% ) hanno mostrato risposta completa al di fuori del cervello con progressione nel cervello, 3 ( 23% ) hanno avuto una risposta parziale, 2 ( 15% ) hanno mostrato malattia stabile e 3 ( 23% ) hanno avuto malattia progressiva.

In conclusione, i risultati hanno indicato che il regime Topotecan, Paclitaxel e Bevacizumab per il tumore della cervice a piccole cellule recidivante migliora significativamente la sopravvivenza libera da progressione rispetto ai regimi non-TPB, con una tendenza verso una migliore sopravvivenza globale. 
Inoltre, un numero significativo di pazienti ha presentato un beneficio clinico di lunga durata. ( Xagena2017 )

Frumovitz M et al, Ginecol Oncol 2017; 144: 46-50

Xagena_OncoGinecologia_2017



Indietro